Eiaculazione retrograda

_Torna al Glossario di Urologia e Andrologia

Definizione di Eiaculazione retrograda

L’eiaculazione retrograda consiste nella mancata emissione (completa o parziale) all’esterno del pene del liquido seminale, che risale invece all’interno della vescica.

Tale condizione può essere secondaria all’assunzione di farmaci che agiscono a livello del collo vescicale e dell’uretra prostatica (alfa-litici, i più comuni farmaci utilizzati per l’iperplasia prostatica benigna – IPB) oppure conseguente a procedure chirurgiche per IPB quali incisioni del collo vescicale, resezioni endoscopiche dell’adenoma prostatico o sue asportazioni per via chirurgica tradizionale a cielo aperto.

Quando a causarla sono i farmaci, l’eiaculazione retrograda regredisce nel momento in cui si sospende l’assunzione del farmaco, mentre nei casi conseguenti agli interventi chirurgici sopracitati tale disfunzione eiaculatoria sarà permanente.

Risorse

➤ Articolo: Eiaculazione precoce: come prevenirla e come curarla

➤ Video correlato: Cause e rimedi dell’eiaculazione precoce

➤ Download: Manuale di salute Andrologica

➤ Download: Guida alla salute sessuale e riproduttiva (nell’uomo e nella donna)

Maggiori informazioni

✉ Contatta Androteam: PAGINA CONTATTI

☎ Chiama il Medical Center: +39 346 184 5514

✎ Fai una domanda qui sotto a un membro della nostra équipe

Lascia un commento