PRP (Plasma Ricco di Piastrine)

_Torna al Glossario di Urologia e Andrologia

Definizione di PRP

Acronimo di Plasma Ricco di Piastrine, rappresenta una metodica innovativa per alcune patologie andrologiche. Appartiene alla categoria delle cosiddette ”terapie rigenerative”.

Il PRP viene estratto direttamente dal sangue del soggetto sul quale deve essere utilizzato ed è quindi una forma di utilizzo autologo di un materiale biologico (privo, cioè, di potere allergenico o di rigetto). Si esegue un prelievo venoso (come un qualsiasi prelievo per un esame del sangue), che viene messo in centrifuga per qualche minuto, in modo da separare la porzione piastrinica. Questa viene prelevata in una siringa sterile, attivata con apposite sostanze che fanno degranulare i fattori di crescita all’interno delle piastrine. A questo punto i fattori di crescita così attivati vengono iniettati nell’organo bersaglio, il pene.

Nel nostro caso, il PRP viene utilizzato nel deficit erettile, per la rigenerazione del tessuto cavernoso e dei vasi sanguigni penieni e nella malattia di La Peyronie per ridurre la fibrosi della tunica albuginea che causa la deformità del pene.

È una metodica priva di effetti collaterali e ripetibile nel tempo.

Risorse

➤ Prestazioni: Diagnostica andrologica

➤ Prestazioni: Cura della Malattia di La Peyronie

➤ Video correlato:

➤ Download: Manuale di salute Andrologica

➤ Download: Guida alla salute sessuale e riproduttiva (nell’uomo e nella donna)

➤ Download: eBook Malattia di La Peyronie

Maggiori informazioni

✉ Contatta Androteam: PAGINA CONTATTI

☎ Chiama il Medical Center: +39 346 184 5514

✎ Fai una domanda qui sotto a un membro della nostra équipe

Lascia un commento

Share to...