Urologo e andrologo: differenza e specializzazione

//

Vi è mai capitato di chiedervi chi sia l’andrologo?

In particolare, che cosa cura, di cosa si occupa e cosa studia? O ancora, che differenza esiste tra la figura dell’andrologo e quella dell’urologo, o tra l’andrologo e il ginecologo?

Andiamo a dissipare ognuno di questi dubbi, partendo da una definizione generale di urologia e andrologia.

1

L’urologia e l’andrologia

L’urologia è a branca della medicina che si occupa delle malattie dell’apparato urinario, maschile e femminile. Cioè reni, vescica, prostata, genitali.

C’è una differenza tra urologia maschile e femminile, nel senso che l’apparato genitale maschile è campo di interesse specifico dell’andrologo.

L’andrologia quindi è la branca super specialistica dell’urologia che si occupa specificamente dell’apparato genitale maschile: prostata, pene, testicoli, uretra. In questo senso lo possiamo considerare il corrispettivo maschile della ginecologia.

Il ginecologo si occupa dell’apparato genitale femminile, l’andrologo si occupa specificamente dell’apparato genitale maschile.

L’andrologia è una branca di tipo chirurgico che tratta sia le malattie mediche che le malattie che richiedono un intervento chirurgico.

Si occupa della diagnosi e della terapia delle disfunzioni sessuali, della preservazione della fertilità maschile, e della terapia dell’infertilità maschile, delle malformazioni dei genitali, e della patologia tumorale degli organi genitali maschili.

2

Le differenze tra urologo e andrologo

Avendo definito per tratti generali le diverse discipline, è ora possibile chiarire la differenza che c’è tra urologo e andrologo.

Molto spesso si sente parlare in senso unitario di queste due figure. Tuttavia nella pratica clinica hanno delle differenze importanti da sottolineare e da conoscere per sapere se bisogna fare, ad esempio, una visita urologica o una visita andrologica.

Innanzitutto l’urologo è un medico chirurgo specializzato nell’urologia, quindi nella materia che studia tutto l’apparato urinario e genitale:

  • i reni 
  • il sistema che drena l’urina fino alla vescica
  • la prostata negli uomini
  • l’uretra 

Tutte le patologie che coinvolgono questi organi sono di pertinenza urologica. 

L’urologo ha comunque un’infarinatura almeno basilare su quella che è la componente genitale riproduttiva dell’apparato riproduttivo maschile (quindi riguardante testicoli e pene).

Non tutti gli urologi sono però anche andrologi, nel senso che l’andrologo è un urologo – quindi cura le stesse patologie dell’urologo – ma ha una predilezione e una preparazione più specifica nel trattare le patologie coinvolgenti la sfera sessuale e la sfera riproduttiva del maschio.

Infografica andrologia urologia

Infografica: Luca Filippa

Tutti i maschi di tutte le età (quindi dall’età infantile e adolescenziale fino all’età adulta e a quella più avanzata) possono rivolgersi all’andrologo, anche per ragioni differenti:

  1. nelle fasi più giovani, questo avviene prevalentemente per motivi di riproduzione e di fertilità,
  2. nelle fasi intermedie verosimilmente il problema più comune è l’impotenza, 
  3. nelle fasi avanzate spesso i problemi della sfera sessuale possono unirsi con i problemi di sfera urologica quali l’ipertrofia prostatica (quindi l’urologo con una predilezione anche andrologica può essere la figura di riferimento per risolvere due problemi con un’unica visita).

3

Differenza tra urologo e andrologo nelle patologie trattate

La differenza tra urologo e andrologo si riflette anche sulle patologie trattate dai due specialisti.

Di fianco ad una zona di sovrapposizione e interscambiabilità delle competenze esiste un’area più esclusiva di uno specialista rispetto all’altro.

Di quali patologie di cui si occupa l’urologo?

Gli urologi sono specializzati nel trattamento di disturbi che coinvolgono il sistema genito-urinario maschile o femminile. 

Questi disturbi includono malattie renali, dell’uretere (tubo che collega il rene alla vescica), dei surreni (piccoli organi situati vicino ai reni), dei dotti deferenti, della vescica e dell’uretra (tubo che va dalla vescica verso l’esterno).

Nei maschi, gli urologi possono trattare anche le condizioni di testicoli, epididimi (piccole sacche attaccate ai testicoli), vasi deferenti, vescicole seminali, prostata, pene e ghiandole associate.

L’urologia si occupa della gestione delle infezioni del tratto urinario e dell’ingrossamento della ghiandola prostatica. Gli urologi sono anche coinvolti nel trattamento chirurgico di patologie come il cancro alla vescica, il cancro alla prostata e i calcoli renali.

Possono lavorare a stretto contatto con altri specialisti, tra cui oncologi, radioterapisti, patologi ed endocrinologi.

Di quali patologie si occupa l’andrologo?

L’andrologo tratta i pazienti con problemi legati all’apparato riproduttivo. Ciò include problemi di fertilità, funzione sessuale, produzione e qualità dello sperma, motilità e morfologia degli spermatozoi, livelli ormonali.

Si occupa anche di condizioni come le principali disfunzioni sessuali, il deficit erettile, l’eiaculazione precoce, le anomalie congenite, il varicocele, la fimosi, i problemi a carico delle ghiandole genitali, le infezioni genitali.

Visita andrologica

La visita andrologica consta essenzialmente di un esame obiettivo ed un esame esame fisico, partendo dall’anamnesi del paziente (storia clinica ed eventuali patologie).

4

Domande frequenti

Di cosa si occupa l’urologia?

L’urologia è la branca della medicina che tratta le malattie dell’apparato urinario, maschile e femminile. Quindi si occupa di reni, vescica, prostata, genitali.

Di cosa si occupa l’andrologia?

L’andrologia è la branca super specialistica dell’urologia che tratta l’apparato genitale maschile. Quindi si occupa di prostata, pene, testicoli, uretra.

Che differenza c’è tra urologo e andrologo?

L’urologo è un medico chirurgo specializzato nell’urologia, quindi nella materia che studia tutto l’apparato urinario e genitale. L’andrologo è un urologo con una preparazione più specifica nel trattare le patologie coinvolgenti la sfera sessuale e la sfera riproduttiva del maschio.

4

Conclusioni

Alla luce di questa distinzione risulta chiaro come un andrologo possa in molti casi essere la figura di riferimento completa per l’uomo, in caso di problemi, o semplici controlli, sia all’apparato urinario che a quello genitale.

L’Androteam Medical Center è un centro specializzato per il benessere sessuale maschile a 360 gradi: la nostra équipe interdisciplinare ha appunto l’obiettivo di costituire un punto di riferimento completo e di alta specializzazione per ogni problematica urologica e andrologica, sia a livello medico che chirurgico.

È possibile contattarci per:


Autore:

Dottor Massimiliano Timpano urologo andrologo
Dottor Massimiliano Timpano
Urologo e Andrologo

Specialista in Urologia e perfezionato in Andrologia con il conseguimento del Master universitario di II livello presso l’Università degli Studi di Torino, di cui oggi è Docente.

Leggi di più


Categoria e articoli correlati:

Lascia un commento

Share to...